Il Processo

Lo senti
questo rumore metallico,
stridente, incessante
che ti penetra nel cervello
come un trapano impazzito?

Lo senti
questo urlo terrificante
che ti squarcia la pelle
e fa stridere le ossa?

E’ la voce
del dolore del mondo
che ti chiama
al cospetto del Supremo Tribunale
della Terra
per giudicare le tue colpe.

Sei accusato
di avere denigrato
e disprezzato la Vita
ogni volta che hai indossato
la maschera dell’indifferenza,
del cinismo, della vendetta,
della distruzione, del genocidio
nel nome di false ideologie.

Sei accusato
di avere isolato
in catene inesistenti di pazzia
chi era diverso da te
facendolo diventare
un relitto dell’umanità.

Sei accusato
di avere commesso
tutti questi crimini
per calcolo, per profitto,
per ignoranza, per gioco
con l’alibi della glacialità
della tua logica perversa
che ha sempre giustificato
ogni nefandezza.
Sì, uomo!
L’uragano del dolore del mondo
si sta per abbattere su di te
e ora sei tu ad avere paura.
E questa è la tua pena.
Solo così potrai conoscere
l’odore fetido dei tuoi pensieri
e comprenderai la tua colpa.

Sei condannato
da questo Tribunale Supremo
a piangere per l’eternità
per ripulire la Terra
dal sapore ammorbante della paura
e della violenza
di migliaia e migliaia
di anni di storia.

Solo così
sarai ancora degno
di essere chiamato
Uomo.

(Pesaro, 20 settembre 2002)

(Poesia tratta dal libro “Scintille di sole”, Otma Edizioni 2005)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...