Turbine

A volte,
l’angoscia del passato
come un’ascia affilata
si abbatte con violenza
sul mio cuore.

Riapre le ferite,
in apparenza cicatrizzate,
e le fa sanguinare.

Allora sento nell’animo
la più sconvolgente delle tempeste.

La paura,
con onde grandi come montagne,
cerca di sbattermi
contro gli scogli della solitudine
ed io disperatamente lotto,
per vincere le avversità.

Poi torna la pace,
in un istante,
ed approdo alla riva…
salva.

(Pesaro, 1° luglio 1995)

(Poesia tratta dal libro “… e il mio cuore ha ripreso a cantare” di Barbara Colapietro, Otma Edizioni 1997)

vernet naufragio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...